Condensa finestre e muffa: perché si formano?

Quando parliamo di condensa finestre e muffa, la domanda che ci viene alla mente è: come si formano? Con questo articolo, rispondo finalmente a questa domanda per risolvere definitivamente il problema.

In questo articolo, continuo il discorso su condensa finestre e muffa di cui ho già cominciato a parlare nelle scorse settimane. Se ti stai chiedendo come mai vicino ai tuoi serramenti si formino muffa e condensa, se al risveglio trovi le superfici delle finestre bagnate e se ti sei accorto della presenza di macchie nere attorno alle tue finestre, magari sotto al davanzale, vediamo di trovare qualche risposta insieme. Abito anche io a Milano, e so cosa vuol dire svegliarsi e trovare le superfici delle finestre bagnate.

In questo modo, ti renderai conto che trovare la soluzione più adatta, una volta cercata la causa, sarà più facile.

Muffa e condensa: le condizioni in cui si formano

Muffa e condensa si formano a determinate condizioni. E ti assicuro che alcune non te le aspetti proprio.

Vediamo di cosa si tratta:

  1. Hai in casa infissi con ottima tenuta
  2. Non apri correttamente le finestre
  3. Non hai ricambio d’aria costante
  4. Hai dei ponti termici non risolti

Ora, la domanda è: si può porre rimedio, una volta conosciute quali sono le cause principali?

Come prevenire o eliminare condensa finestre e muffa?

Ci sono dei metodi che puoi mettere in pratica fin da subito per limitare la formazione di condensa e la formazione di muffa.

Il mio obiettivo è darti qualche consiglio utile per aiutarti a migliorare il comfort di casa tua. Ecco, quindi, cosa puoi fare.

Limitare la produzione e diffusione del vapor acqueo

Cosa significa questo?

Significa cercare di abbassare l’indice di umidità relativa presente in casa. Come?

  • Se possibile non asciugare la biancheria nell’appartamento;
  • Chiudi le porte interne mentre cucini o fai la doccia;
  • Metti in funzione la cappa mentre cucini;
  • Limita il numero di piante nelle stanze;
  • Fai circolare regolarmente l’aria;
  • Ricorda che l’umidità relativa nell’aria non dovrebbe superare il 45%-50%.

Gestire la temperatura della stanza

Per ridurre la formazione di condensa, la temperatura delle stanze dovrebbe essere mantenuta il più costante possibile (circa 20°). In questo modo, puoi combattere attivamente la formazione di condensa finestre e muffa.

Arieggiare in modo corretto

Cosa vuol dire arieggiare in modo corretto la tua casa?

Contrariamente a quanto si pensa, “cambiare aria” in casa non è un atto banale. Soprattutto in inverno, tenere aperte le finestre per troppo tempo potrebbe far raffreddare le pareti interne e quindi favorire una eventuale formazione di muffa.

Un arieggiamento corretto consiste nell’aprire completamente le finestre almeno 4-5 volte al giorno per pochi minuti. Ancora meglio sarebbe creare correnti d’aria, così da impedire che i muri si raffreddino troppo durante il ricambio d’aria, appunto.

In questo modo, sostituiamo l’aria interna umida con aria esterna più secca e si risparmia in costi di riscaldamento. Le finestre costantemente socchiuse, o in cui la ribalta non viene mai chiusa durante il periodo di riscaldamento, provocano inutili perdite d’energia e raffreddamento delle pareti interne.

Poi, se l’impianto di riscaldamento è munito di abbassamento automatico per la notte, è opportuno ventilare prima che si abbassi la temperatura. In questo modo, eviterai che l’aria calda della stanza condensi durante il raffreddamento.

Gestire il ricambio d’aria in maniera automatica

Se hai uno stile di vita per cui, ad esempio, si esce di casa la mattina alle 7 per rientrare la sera alle 20, oppure se hai in casa persone anziane o bambini molto piccoli, probabilmente non riesci ad arieggiare in modo corretto.

Il consiglio, quindi, è di optare per dei sistemi che gestiscono in modo completamente automatico il ricambio d’aria. Parlo dei cosiddetti sistemi VMC, ventilazione meccanica controllata.

Ne esistono di moltissimi tipi, dai più semplici e con costi contenuti che hanno forme tipo gli split dei condizionatori, fino ai più complessi come quelli degli alberghi.
Queste macchine fanno quello che dovremmo fare noi manualmente, per ottenere le condizioni ideali affinché muffa e condensa non si formino.

Questo vuol dire che una corretta ventilazione è il metodo migliore per prevenire la formazione di muffa e condensa vicino alle finestre.

A questo punto, è possibile che la formazione di muffa e condensa sulle tue finestre possa dipendere dalla presenza di ponti termici.

Muffa, condensa e ponti termici sono strettamente correlati, perché i ponti termici sono punti dei serramenti che lasciano passare aria, scatenando tutta una serie di reazioni che possono portare anche alla muffa e alla condensa.

Cosa fare per intervenire e risolvere il problema?

Evita il fai-da-te

Qualora avessi già della muffa in casa, evita i metodi ‘fai da te’ con candeggina o altri prodotti nocivi per la salute. Lavora soprattutto sulle cause che ne provocano la formazione, anziché nascondere il problema con una pittura coprente. 

Avrai capito che esistono diversi modi per avere condizioni di salubrità dentro casa. Hai anche letto quanto sia importante analizzare ogni elemento come parte di qualcosa di più grande. 

Il mio consiglio, quindi, è quello di partire sempre da una consulenza che possa valutare complessivamente la situazione e proporti la soluzione adatta per risolvere il problema della condensa finestre e muffa.

Con il nostro sistema FinestraSmart®, usiamo strumenti tecnologicamente avanzati per capire quali sono le condizioni della tua abitazione prima di proporti qualsiasi soluzione. 

Non ci sentirai mai dire frasi tipo: “abbiamo sempre fatto così”, perché i rilievi strumentali ci danno le informazioni per poter capire esattamente dov’è l’origine del problema. 

Se hai problemi di condensa e muffa, se hai intenzione di cambiare i tuoi serramenti e abiti a Milano e provincia, contattami qui e prenota la tua consulenza.

Puoi farlo anche adesso, siamo a tua disposizione anche on line.

"IN 5 STEP"
La guida Finestra Smart

Le informazioni indispensabili per cambiare i tuoi serramenti, senza spendere soldi inutilmente.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.