Ecobonus 2020: come funziona e a chi spetta

Ecobonus 2020 e detrazione al 110%: realtà o illusione? Con questo articolo, voglio fare un po’ di chiarezza sulla notizia bomba di questi giorni. Scopri come funziona, a chi spetta e come muoverti se abiti a Milano e dintorni.

Il Decreto Rilancio ha portato alla ribalta le misure per l’Ecobonus 2020. La domanda che in molti si pongono è: le detrazioni fiscali per i serramenti passano dal 50 al 110% ?

Voglio prima fare una premessa: il decreto è ancora in fase di definizione e quindi è possibile che vengano apportate delle modifiche, anche sostanziali. Ecco perché è importante mantenersi aggiornati e non creare confusione con notizie poco attendibili o incomplete.

Ma cosa sappiamo fino ad ora dell’Ecobonus infissi 2020?

Nelle ultime settimane, abbiamo assistito a una guerra totale tra associazioni di categoria e rappresentanti di ogni professione colpita duramente dalla pandemia. Tutti volevano portare a casa il massimo vantaggio per una ripartenza rapida del proprio comparto, com’è normale che sia. E adesso, finalmente, siamo in dirittura d’arrivo.

Personalmente, ritengo che l’edilizia, per via del suo effetto moltiplicatore su molti altri settori, sia sostenuta da incentivi importanti già da diversi anni. Questo deve farci riflettere su come poter utilizzare al meglio le risorse già disponibili e quelle che verranno.

Ti faccio un esempio.

Per ristrutturare casa, adeguare le strutture alle normative antisismiche e per effettuare una riqualificazione energetica, le detrazioni ammesse prima di questo decreto arrivavano fino al 90%, o comunque non al di sotto del 50%.

Questo vuol dire che il nuovo decreto non sposta gli equilibri e non genererà nuova domanda nella misura in cui si vuole far credere.

Ecobonus 2020: numeri mai visti prima?

C’è però da dire che l’attrattività di un numero pazzesco come quello della detrazione al 110%, aiuterà certamente la ripartenza. Ma, al contempo, è necessario dire chiaramente che non sarà per tutti.

Negli ultimi giorni, ho ricevuto moltissime telefonate ed e-mail a proposito del Decreto Rilancio e Ecobonus infissi. La confusione, purtroppo, regna già sovrana.

Facciamo, quindi, un po’ di chiarezza rispondendo a queste domande:

  • Quali interventi godranno del Superincentivo 110%?
  • Quali caratteristiche dovranno avere?
  • Chi potrà beneficiarne?
  • Come evitare false aspettative

1. Quali interventi godranno del Superincentivo?

Gli interventi che rientrano tra quelli incentivati mediante Ecobonus 2020 del 110% sono le cosiddette riqualificazioni energetiche. Parliamo di quegli interventi volti al miglioramento complessivo del consumo di energia di un edificio.

2. Quali caratteristiche devono avere gli interventi agevolati al 110%?

I vincoli sono chiari ed importanti: bisognerà dimostrare, attraverso la certificazione di un tecnico abilitato, che:

  1. l’intervento avverrà su più del 25% della superficie disperdente;
  2. si otterrà a fine lavori il miglioramento di 2 CLASSI energetiche dell’edificio;
  3. i materiali utilizzati rispondono ai criteri cosiddetti CAM (criteri ambientali minimi)

3. Chi potrà usufruire del beneficio fiscale?

Il campo dei beneficiari è stato molto ridotto rispetto alle consolidate detrazioni per efficientamento energetico e ristrutturazione. Gli incentivi già esistenti, infatti, permettono ai titolari di seconda casa e soggetti giuridici (aziende) di usufruire del bonus del 50%.

Potranno, quindi, beneficiare dell’incentivo:

  • le persone fisiche e quindi non le aziende;
  • I soggetti titolari di prima casa.

4. Come evitare false aspettative?

Purtroppo, il messaggio che sta passando attraverso i media è: ‘cambio le finestre gratis’.

Non è così!

Chi vuole cambiare solo le sue finestre con altre a maggiore performance energetica, senza eseguire congiuntamente altri lavori NON potrà usufruire del bonus fiscale del 110%.

Ma andiamo più a fondo e cerchiamo di scoprire bene tutti i dettagli.

Ecobonus infissi con sconto in fattura: ecco se e quando puoi richiederlo

Voglio ora prendere spunto alle domande più frequenti che mi sono state rivolte in questi giorni e cercare di fugare tutti i dubbi il più possibile.

1. Come faccio per ottenere la detrazione Ecobonus 2020 del 110%, se voglio cambiare le mie finestre?

L’Ecobonus 2020 è concesso per infissi e schermature solari se eseguiti insieme ad altri lavori di efficientamento energetico, come già dicevo poco sopra.

Ad esempio, un caso tipico è se cambio la caldaia, applico un cappotto termico alla mia casa e sostituisco i serramenti con nuovi ad alta efficienza energetica. In questo caso, quasi sempre si ottiene quanto richiesto dal decreto 110%.

Ecco, ora, un’altra domanda a cui rispondere.

2. In quanti anni posso detrarre il 110%?

La detrazione è ammessa per lavori effettuati dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021.

La detrazione avverrà in 5 rate di pari importo per le spese sostenute nel periodo di riferimento.

3. È sempre possibile raggiungere i requisiti richiesti dal decreto 110%?

Ovviamente no. Viviamo a Milano e sappiamo bene che spesso, all’interno dei condomini, i lavori di efficientamento energetico devono necessariamente essere intesi come lavori per l’intero involucro. Quindi, le decisioni vengono in assemblea straordinaria. Non certo una passeggiata di salute!

Nei casi di abitazioni unifamiliari, i passaggi sono certamente più gestibili e il bonus del 110% sembra pensato proprio per questo tipo di abitazione.

Chi decide, infatti, è il proprietario dell’immobile ed è, inoltre, possibile calcolare l’incidenza del risparmio energetico in modo abbastanza veloce rispetto ad un condominio.

4. La detrazione al 50% per la semplice sostituzione di infissi e schermature solari è stata cancellata?

No, non è stata cancellata.

La detrazione fiscale che conosciamo da qualche anno rimane valida per gli altri interventi che non rientrano nei casi indicati per il 110%.

Si tratta, comunque, di un incentivo altissimo con un suo corso ben consolidato, a cui gli operatori sono abituati e che gestiscono in modo efficiente.

Il periodo di recupero fiscale è di 10 anni, in pratica il 5% annuo: un valore davvero alto paragonato ad altri investimenti o al costo del denaro.

5. Com’è possibile pagare i lavori soggetti a detrazione al 50% e al 110%?

Rimane valida la modalità con bonifico parlante con la causale ‘efficientamento energetico’. Gli istituti di credito, ormai, si sono dotati di meccanismi semplici e guide on line di facile lettura per la compilazione.

Sarà possibile utilizzare come modalità di pagamento anche lo sconto in fattura e la cessione del credito a esco, banche o altri soggetti finanziari.

Su quest’ultimo punto, però, mi sento di dire che ci sono ancora degli aspetti da chiarire. Occorre, infatti, vedere come gli istituti di credito affronteranno questa golosa fetta di mercato finora quasi inutilizzata, ma che potrebbe dare una reale iniezione di fiducia al mercato dei serramenti e delle riqualificazioni.

Ecobonus 2020: un aiuto concreto

Dopo aver compreso un po’ più a fondo come è strutturato l’Ecobonus 2020, la cosa più importante è cercare un consulente che non si limiti a venderti “il prodotto migliore sul mercato”, ma che ti guidi alla soluzione migliore per te.

Se abiti a Milano e provincia, puoi cominciare da una consulenza personalizzata.

Nel frattempo, qui puoi richiedere la mia guida che in 5 step ti aiuta a scegliere i tuoi serramenti senza errori.

Massimiliano

"IN 5 STEP"
La guida Finestra Smart

Le informazioni indispensabili per cambiare i tuoi serramenti, senza spendere soldi inutilmente.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.